Piazza Martiri, 3, 09010 Sant Anna Arrresi CI
0781 966102
puntagiara@santannarresijazz.it

ZULA by Andromeda Mega Express Orchestra

il festival jazz del sud-ovest sardo

ZULA by Andromeda Mega Express Orchestra

Andromeda è il nome di una stella che ha come spazio di movimento l’intero universo. Questo gigantesco ensemble spazierà dalle basi del jazz fino al caos improvvisativo, passando per il rock e l’avanguardia più estrema, come il maestro Zappa avrebbe sicuramente apprezzato e magari voluto dirigere.

Sono passati dieci anni dalla nascita degli Andromeda Mega Express Orchestra, sette anni dalla realizzazione di “Take Off!”, Il loro album di debutto. Guardando questa traiettoria fin dall’inizio, dove sono gli AMEO in questo momento?

A rispondere è il loro direttore Daniel Glatzel che in una recente intervista risponde a questa domanda.

“Avere una vera e propria band, e non solo un insieme di musicisti che possano facilmente essere rimpiazzati, naturalmente ci sono stati parecchi cambiamenti nel progetto iniziale. Mentre si lavora su “! Take Off”, abbiamo avuto un gruppo piuttosto consistente di musicisti per circa tre anni, e poi le cose si sono fatte più ardue nel 2011, perché desideravamo fare il passo successivo. In generale, penso che ognuno debba essere veramente motivato e molto stimolato per  suonare in una band così grande alla nostra età. Si tratta di un progetto grande e complesso, perciò esso  deve costituire la priorità assoluta per tutti i soggetti coinvolti, altrimenti non sarebbe possibile  fare musica di qualità. Ecco perché a un certo punto abbiamo ristrutturato il progetto che rende più piccola la band, passando da 20 agli attuali 17 membri. Tutto è incominciato quanto condividevo un appartamento con il nostro batterista Andi Haberl – Io in realtà lo conoscevo da quando ho vissuto a Monaco di Baviera -, e quando mi sono trasferito a Berlino per studiare, lui era già qui. Così ci siamo trasferiti a vivere insieme e iniziato ad avere queste jam session con alcuni altri “expats Munich”, come Magnus Schriefl”.

La musica dell’AMEO, come tende a sottolineare il suo direttore, volge il suo sguardo a “Duke Ellington Big Band, perché nella loro musica molte cose funzionano insieme molto bene, e così su  tanti livelli diversi. Naturalmente è una cosa diversa, perché tutti condividevano un linguaggio musicale, ma questo era un gruppo di persone, diversi caratteri, che tuttavia si incastrano così perfettamente come un gruppo nell’esecuzione di un unico pezzo. Alcuni di questi musicisti hanno suonato con Ellington per 20, 30 anni, o anche più a lungo. Mi sono sempre ispirato perché gli accordi Duke Ellington e Billy Strayhorn hanno semplicemente permesso loro di brillare. Così si fornisce e si permette ad ogni singolo musicista una piattaforma su cui eseguire la propria performance e svolgerla al meglio – questo è quello che desidero fare”.

LINE UP:

Laure Mourot (flutes), Oliver Roth (flutes), Daniel Glatzel (tenor sax, clarinets), Johannes Schleiermacher (baritone sax, tenor sax, fute), Sebastian Hagele (bassoon), Ritsche Koch (trumpet), Kalle Zeier (guitar ), Maria Schneider (vibraphone), Anna Schneider (harp), Jorg Hochapfel (synthesizer, sample,piano), Mathias Pichler (boublebass), Andi Haberl (drums), Gregoire Simon (violin), Matthew Lonson (violin), Johannes Pennetzdorfer (viola), Martin Stupka (viola), Isabelle Klemt (violoncello)

SITO:

www.andromedameo.com

 

VIDEO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *