scaricare i driver Wacom tablet viagra Italia Arti mediche premere tagliandi

SUMMIT QUARTET 2017

Home / SUMMIT QUARTET 2017
1-10/09/16, Sant'Anna Arresi (CI), Piazza del Nuraghe - AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2016; 10/09/16 - "SUMMIT QUARTET", Ken Vandermark sax, Hamid Drake batteria, Mats Gustafsson sax, Luc Ex chitarra basso - Luciano Rossetti © Phocus Agency  - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
1-10/09/16, Sant'Anna Arresi (CI), Piazza del Nuraghe - AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2016; 10/09/16 - "SUMMIT QUARTET", Ken Vandermark sax, Hamid Drake batteria, Mats Gustafsson sax, Luc Ex chitarra basso - Luciano Rossetti © Phocus Agency  - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
1-10/09/16, Sant'Anna Arresi (CI), Piazza del Nuraghe - AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2016; 10/09/16 - "SUMMIT QUARTET", Ken Vandermark sax, Hamid Drake batteria, Mats Gustafsson sax, Luc Ex chitarra basso - Luciano Rossetti © Phocus Agency  - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
1-10/09/16, Sant'Anna Arresi (CI), Piazza del Nuraghe - AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2016; 10/09/16 - "SUMMIT QUARTET", Ken Vandermark sax, Hamid Drake batteria, Mats Gustafsson sax, Luc Ex chitarra basso - Luciano Rossetti © Phocus Agency  - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
1-10/09/16, Sant'Anna Arresi (CI), Piazza del Nuraghe - AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2016; 10/09/16 - "SUMMIT QUARTET", Ken Vandermark sax, Hamid Drake batteria, Mats Gustafsson sax, Luc Ex chitarra basso - Luciano Rossetti © Phocus Agency  - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

(Produzione originale)

BIOGRAFIA

Mats Gustafsson è nato a Umea (Svezia) nel 1964. Sassofonista, flautista, tastierista, la sua formazione è all’interno del rock-jazz e del punk scandinavi anni ’80.
Autodidatta, improvvisatore, inizia ad esplorare il linguaggio della free-music europea nella prima metà degli anni ’80. Nel 1986, con il percussionista Kjell Nordeson, fonda il gruppo AALY trio, successivamente allargato al sassofonista americano Ken Vandermark.

Da allora, la carriera di Gustafsson è un susseguirsi ininterrotto di collaborazioni, incisioni, concerti in ogni parte del mondo. Il suo stile radicale, che privilegia l’escursione timbrica e la potenza del suono, lo ha messo in luce presso diverse scene dell’improvvisazione. Ha suonato con Derek Bailey, con Paul Lovens e con gran parte dei musicisti svedesi della scena alternativa. Con Sten Sandell (piano) e Raymond Strid (batteria) ha fondato il trio Gush.

Parallelamente, Gustafsson ha lavorato con esponenti importanti della scena americana, primo fra tutto Jim O’Rourke; inoltre con i Sonic Youth ed in progetti separati con Thurston Moore e Lee Ranaldo. Era membro del Peter Brötzmann Chicago Tentet dalla fine degli anni 90 e della Barry Guy New Orchestra dal 2000. Assieme a Brötzmann e Vandermark ha condotto il trio Sonore.
Altri frequenti lavori lo vedono a fianco di Joe McPhee, Otomo Yoshihide, Hamid Drake, David Grubbs, Peter Evans, Cato Salsa Experience, Zu. Negli ultimi anni Gustafsson ha curato in particolare il progetto Fire!, trio con Jonad Berthling al basso e Andreas Werliin alle percussioni, e Fire! Orchestra. Ed è stato coinvolto con The Thing nel progetto realizzato con la cantante Neneh Cherry, “The Cherry Thing”. Inoltre, continua ad incidere e a suonare dal vivo in “solo” e con “live electronics”. Altri progetti tuttora attivi: Tarfala (Guy-Gustafsson-Strid), EFG (Evans, Fernandez, Gustafsson), Swedish Azz, NU ensemble.

Hamid Drake: Dopo aver Brillante, sensibile, infinitamente ritmico, intelligente spirituale e potente batterista di Chicago, Hamid ha iniziato a suonare in rock and R&B bands ancor giovanissimo, attirando l’attenzione di Fred Anderson.
conosciuto Don Cherry, Hamid ha viaggiato molto al suo seguito in Europa, dedicandosi all’esplorazione dell’infinito universo percussivo, condividendo con D.Cherry il significato della spiritualità applicata alla musica e delle sue infinite possibilità di trasformazione ed evoluzione. Il bisogno continuo di Hamid di sperimentare le varie espressioni ritmiche dalle radici della musica lo porta all’esperienza alla fine degli anni 70 del collettivo Foday Muso Suso’s Mandingo Griot Society, una mistura di tradizione African music e narrativa, con fusione di elementi jazz, funk, and blues.
Negli anni è stato inventivo supporto ritmico di lungimiranti artisti tra cui Borah Bergman e Peter Brotzmann, con il quale ha suonato in quartetto con William Parker e Toshinori Kondo, Marylin Crispell, Pierre Dørge, il pianista compositore norvegese Georg Gräwe, Herbie Hancock , Misha Mengelberg.

Luc Ex: componente del gruppo The Ex fino al 2002, il gruppo è noto per la sua interpretazione non convenzionale di vari stili musicali. Dopo The Ex è stato con i Dutch BV Popprijs, gruppo che ha guadagnato molto notorietà  sia in Olanda che all’estero. L’Ex ha lavorato con una vasta gamma di musicisti e artisti, tra questi si segnalano quelli olandesi come Han Bennink, il celloplayer americano Tom Cora, il belga Arbsurdist Kamagurka, il gruppo Lanaya e i Tortoise e i Sonic Youth. Luc Ex è uno dei fondatori e responsabili di Konkurrent, casa discografica indipendente.

Ken Vandermark: le sopracciglia sono state sollevate nel mondo del jazz  quando è stato annunciato che il giovane Ken Vandermark doveva ricevere un “Genius” nel 1999. Il premio tra gli altri è stato consegnato a musicisti jazz di grande spessore tra cui Cecil Taylor e Anthony Braxton – figure quasi mitiche che, nel corso di lunghe carriere, hanno saputo creare musiche che hanno superato la prova del tempo. Vandermark era poco conosciuto al di fuori dell’area di Chicago, il suo sax tenore è forte e molto espressivo, la sua tecnica in tutte le sue improvvisazioni sono estremamente originali. Vandermark ha iniziato a suonare la tromba in quarta elementare e poi passato al sax tenore al liceo. Ha frequentato la McGill University dal 1982 al 1986. Nel 1986, si trasferisce a Boston, dove ha formato un trio chiamato Lombard Street e ha studiato clarinetto. Nel 1989, si trasferisce da Boston a Chicago dove ha trovato posto come membro della NRG Ensemble di Hal Russel. La sua presenza è diventata una costante nel panorama del jazz di Chicago; si esibisce con diverse band, tra cui il DKV Trio, la Witches & Devils, la Joe Harriot Project, Steam, Peter Brötzmann Chicago Tentet e la Vandermark 5.

LINE UP:

Ken Vandermark – barisax

Hamid Drake – dums

Mats Gustafsson – sax

Luc Ex – bassguitar

SITO:

www.kenvandermark.com

www.matsgus.com

www.lucex.nl

it_IT
en_US