scaricare i driver Wacom tablet viagra Italia Arti mediche premere tagliandi

M’BOOM REPERCUSSION by Joe Chambers

Home / M’BOOM REPERCUSSION by Joe Chambers
Joe+Chambers+Jazz+Live
image008

(Esclusiva)

BIOGRAFIA

M Boom è  frutto della mente di Max Roach, l’ultimo visionario e fecondo percussionista del jazz moderno. Nel 1970, Roach  raccoglieva attorno a sé un gruppo chiamato “M’ Boom” (da pronunciarsi ‘em-boom) formato da sei noti batteristi e percussionisti al fine di esplorare e comporre utilizzando la miriade di strumenti a percussione. Il nome del gruppo  ha un doppio significato: si tratta di un’onomatopea, o “parola sonora” che descrive il suono che rappresenta, cioè boom, pow, crack, ecc, ma  è anche il nome di un ordine segreto di batteristi nel nord del Senegal. Le percussioni  presentano la più ampia gamma timbrica (per colore e tono) rispetto a qualsiasi altra famiglia di strumenti associati alle formazioni della cultura occidentale, vale a dire più larga di un’orchestra jazz (di strumenti a canna), con fiati, ottoni o strumenti a corda in un moderna Orchestra Sinfonica. Le percussioni si collegano direttamente alla “musica del mondo”,  racchiudendo in sé gli strumenti, le forme musicali e gli elementi provenienti da Africa, Caraibi, Asia, Sud America ed Europa. A partire dal settembre 1970 e fino al settembre 1971, M’Boom ha provato ogni sabato scoprendo e apprezzando tutte le categorie e le combinazioni possibili legate alle percussioni. Nell’estate del 1972, M’Boom ha intrapreso il suo primo tour europeo. Seguiranno tour in Francia, Belgio, Paesi Bassi nel 1973; Germania nel 1974; Italia, Spagna e Francia nel 1977 e 1978. Il 1980 è stato un periodo particolarmente produttivo con viaggi continui in Europa, nei campus universitari e l’inizio dell’attività di registrazione; il primo album intitolato M’Boom Re-Percussion, RVC-RVJ6001, nel 1980; M’Boom,  Columbia Records-1981; Collegio Soul Note 1984; M’ Boom live a S.O.B.s Mesa Blue Moon-1992;  Dopo la morte di Max Roach nel 2007, e la morte di altri tre membri, Joe Chambers, Warren Smith e Ray Mantilla ha promesso di realizzare la visione inizialmente prevista  per M’Boom.

Joe Chambers ha lavorato con alcuni dei più influenti esponenti del jazz degli ultimi decenni;  è un riconosciuto performer e compositore le cui opere sono state eseguite alla Carnegie Hall e Lincoln Center. Sia come sideman che come leader, Chambers ha registrato più di 500 tra album e CD. Ha suonato e registrato con Miles Davis, Freddie Hubbard, Wayne Shorter, McCoy Tyner, Chick Corea, Sonny Rollins, Herbie Hancock, Dizzy Gillespie, Andrew Hill e molti altri. Tra le partecipazioni di Chambers si includono “Breaking Point” di Hubbard, ,  “Components” di Hutcherson,“Schizophrenia” ed  “Etcetera di Shorter”, “Compulsion” di Hill, e “Tender Moments”di Tyner, così come “New Thing a Newport” di Archie Shepp, e  “Like a bird” di Charles Mingus ,  “Tones for Joan’s Bones” di Chick Corea  e molti altri. Le composizioni  di Chambers sono state riprese da Hutcherson, Hubbard e da M’Boom; egli ha anche contribuito alle colonne sonore di diversi film di Spike Lee, tra cui “Mo’Better Blues”. Chambers è stato il  primo Thomas S. Kenan Distinguished Professor di Jazz nel Dipartimento di Musica alla presso l’Università del North Carolina Wilmington. La sua più recente registrazione è stata “Joe Chambers pictures orchestra live”Live al  Dizzy’s Club Coca-Cola a New York City, Savant 2120, uscita a maggio 2012 ed è stato nominata al Grammy nel 2013.

Eli Fountain  si è unito ai M’Boom nel 1981. Ha suonato con Muhal Richard Abrams, I Temptations, Aretha Franklin, Geri Allen, le sue composizioni includono il balletto di percussioni “Play”, scritto per New York’s Complexion Dance Company ed è stato anche il direttore musicale per la produzione del Yale Repertory Company dei King Lear.

Ray Mantilla   giunto alla ribalta internazionale nel 1960 con il flautista Herbie Mann, ha in seguito intrapreso una serie di tour nazionali con Art Blakey e la Jazz Messengers in Europa ed in Giappone. Nel 1977, Mantilla è diventato il primo musicista della America Latina del nord a suonare a Cuba dopo la rivoluzione cubana. Mantilla ha registrato più di 200 album. Alcuni dei suoi pezzi riprendono Max Roach, Charles Mingus, Ray Barretto, Gato Barbieri, Sonny Stitt, Bobby Watson, Herbie Mann, Tito Puente, Cedar Walton, e Freddie Hubbard. Nel 2003, Mantilla ha firmato con la casa discografica Savant Records e lanciato il suo primo disco “Man Tiya” per questa etichetta.

Warren I.Smith   Si è ampiamente esibito sia in studio che a Broadway. Negli anni ’60 e ’70 si è trovato a lavorare in mezzo ad un gruppo di personalità creative nel panorama musicale della Motown facendo sentire la sua voce all’interno della comunità jazz; spettacoli live,registrazioni e tour con persone come Dionne Warwick, Nat King Cole, Harry Belfonte e Aretha Franklin con cui Smith si è esibito nel 1978. Nello stesso periodo Smith cominciò ad insegnare presso l’Adephi University nel 1969 e ad alla State University of New York nell’Old Westbury dal 1971 al 1996. E’ sempre restato un batterista e percussionista di spicco all’interno del mondo del jazz.

LINE UP:
Marc Abrams: bass

Pietro Tonolo: sax

Joe Chambers: vibraphonist

Eli Fountain: drums

Ray Mantilla: percussion

Warren I.Smith: drums

Diego Lopez: percussion

String Quartet

SITO:
www.josephachambers.com

it_IT
en_US