Piazza Martiri, 3, 09010 Sant Anna Arrresi CI
0781 966102
puntagiara@santannarresijazz.it

Franco D’Andrea Trio “New Thing”

il festival jazz del sud-ovest sardo

Franco D’Andrea Trio “New Thing”

New Things

è il nome del nuovo trio di Franco D’Andrea, insignito per l’ennesima
volta del riconoscimento di Musicista dell’anno. Una nuova tappa dell’instancabile
percorso del pianista, sempre alla ricerca di nuove sfide, che con Mirko Cisilino
alla tromba ed Enrico Terragnoli, alla chitarra e all’elettronica, mette a confronto
voci insolite ed esperienze disparate. Come suo costume, D’Andrea detta segnali e
richiami mediante frammenti melodici e tematici, cupe figure ritmiche sulle
ottave basse, frasi brevi ma eloquenti. Nella poetica applicata con questo trio si
ritrovano in nuce i capisaldi della sua concezione pianistica e compositiva.
Ellington, per la pregnante stringatezza delle frasi introduttive. Monk, per la
frammentazione e la disarticolazione asimmetrica delle strutture. Tristano, per il
lavoro approfondito sul registro grave e la costruzione di possenti linee di basso.
Emergono poi il sostrato del blues e il retroterra di New Orleans. In questo
contesto Cisilino si rivela interlocutore molto efficace in virtù di una vasta
gamma espressiva, in cui confluiscono l’eredità delle avanguardie
afroamericane, la consapevolezza della tradizione, specie nell’uso molto
«ellingtoniano» della sordina, e un ampio spettro timbrico. Per parte sua,
Terragnoli agisce con discrezione in veste di sonorizzatore mediante un impiego
anticonvenzionale – prevalentemente in chiave ritmica e coloristica – della
chitarra e dei supporti elettronici (una piccola tastiera Casio collegata alla
pedaliera). Pur trattandosi del primo concerto dal vivo del trio, ne è scaturito un
set di grande acume e profonda verifica, un passo avanti verso nuovi traguardi.

New Things, nome coniato probabilmente in malcelato omaggio all’espressione che
storicamente è stata l’equivalente del genere “free jazz”, è il nome del nuovo trio di
Franco D’Andrea. Una nuova tappa dell’instancabile percorso del pianista, sempre
alla ricerca di nuove sfide, che con Mirko Cisilino alla tromba ed Enrico Terragnoli,
alla chitarra e all’elettronica, mette a confronto voci insolite ed esperienze disparate.
Come suo costume, D’Andrea detta segnali e richiami mediante frammenti melodici
e tematici, cupe figure ritmiche sulle ottave basse, frasi brevi ma eloquenti. Nella
poetica applicata con questo trio si ritrovano in nuce i capisaldi della sua concezione
pianistica e compositiva. Ellington, per la pregnante stringatezza delle frasi
introduttive. Monk, per la frammentazione e la disarticolazione asimmetrica delle
strutture. Tristano, per il lavoro approfondito sul registro grave e la costruzione di
possenti linee di basso. Emergono poi il sostrato del blues e il retroterra di New
Orleans. In questo contesto Cisilino si rivela interlocutore molto efficace in virtù di
una vasta gamma espressiva, in cui confluiscono l’eredità delle avanguardie
afroamericane, la consapevolezza della tradizione, specie nell’uso molto
«ellingtoniano» della sordina, e un ampio spettro timbrico. Per parte sua, Terragnoli
agisce con discrezione in veste di sonorizzatore mediante un impiego
anticonvenzionale – prevalentemente in chiave ritmica e coloristica – della chitarra e
dei supporti elettronici (una piccola tastiera Casio collegata alla pedaliera).

Grazie anche all’ottima intesa del trio le combinazioni sonore abbracciano una ampia
gamma di riferimenti, dal jazz classico dei primi pionieri all’Africa, abbracciando la musica del ‘900.

Line up:

Franco D’Andrea – Piano

Enrico Terragnoli – chitarra elettronica

Mirko Cisilino – Tromba

SITO:

www.francodandrea.com

 VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *