Piazza Martiri, 3, 09010 Sant Anna Arrresi CI
0781 966102
puntagiara@santannarresijazz.it

Andrea Pilloni – Il volo dell’anima

il festival jazz del sud-ovest sardo

Andrea Pilloni – Il volo dell’anima

Andrea Pilloni è nato a Sant’ Anna Arresi nel 1970. Alla sua attività di psicologo affianca quella di poeta. Nel 2008 alcune sue poesie sono state pubblicate nella raccolta “Sentieri” per Parolarte editore.

“Il volo dell’ anima”è la sua opera prima.

Presentazione

Ho letto con attenzione “Il volo dell’anima” di Andrea Pilloni e queste sue poesie, con la loro modernità, ricche di libertà espressiva e ricolme di ermetismo, hanno aperto l’animo, al di fuori degli schemi conosciuti come sonetti, endecassillabi, rime baciate…a tanti significati e tante sollecitudini di profonda umanità.

Presso la piramide Cestia, in Roma, c’è un cimitero particolare, vero e proprio giardino, godibile e fruibile, per passeggiare e meditare, vivere la compagnia della persona amata, leggere commoventi epigrafe, “imbattersi” in personaggi del passato, noti e meno noti…

Tempo addietro ci sono andato per sostare presso la tomba di Antonio Gramsci e John Keats, e trovare ispirazione per agire sulla realtà concreta, con la dolcezza del lirismo senza tempo.

Leggendo le poesie di Andrea Pilloni ho trovato un reticolo misterioso per accostare entrambi i personaggi, uniti virtualmente da concretezza e leggerezza dell’essere.

Infatti questa straordinaria raccolta “Il volo dell’anima” affronta in modo nuovo, decisamente poetico, vari e interessanti argomenti: dal rivivere al giocare, dal sognare all’amare, dall’oblio al ricordo, dal riconoscere essere e natura, il riflesso e l’innocenza, ed aspettare la direzione per la vita.

L’autore ci fa sognare con i suoi riflessi di luce, anche nella notte e nella nebbia; spinge l’anima alla libertà e accosta tra colori e ombre, il sorriso al dolore, gli amori all’inganno, il tempo all’infinito, la donna alla gioia; il vento e l’uragano tra il viaggiare e il malaffare, di mare e di terra per cercare e ricercare Dio, oltre la magia, veleni, la sensazione di vita e di morte, di pace, armonia e amicizia.

Accostare queste tematiche sarebbe arduo per chiunque, ma Andrea con stupendi colpi d’ala d’angelo, esprime nei suoi versi profondità di cuore, conoscenza di sé e degli altri, dei suoi legami, aspirazioni, sogni…

Mentre si legge si ha l’idea che l’autore sia stato abile, oltre che capace ad esprimere i nostri stessi sentimenti, rendendoci protagonisti con lui di aspirazioni sublimi.

Andrea Pilloni ha una buona musa ispiratrice, che realizza in lui un augurio classico e sempre attuale: vivat, crescat, floreat!

…”Sogna poeta, sogna, che l’alba nascerà nei versi tuoi”.

Amilcare Gambella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *